Tic tac tic tac bom bom, la mia barca costruirò.

Tic tac tic tac bom bomche va per terra e mar!

La barca e il castello lontano


 

L’editto di un re, una famiglia povera, tre fratelli e tre prove da superare per conquistare la bella principessa. Una barca fatata condurrà a volo l’eroe verso il castello lontano. Tre invincibili giganti, come equipaggio, lo accompagneranno in un incredibile viaggio per mare e per terra. La compagnia StorieFilanti sceglie un racconto che va oltre le apparenze, che insegna a valutare i propri compagni di viaggio non per le ricchezze o per la bellezza, ma per le caratteristiche che rendono speciale ogni persona (o gigante che sia). 

 

Una tra le fiabe di magia più intense e poetiche della tradizione popolare della zona di Roma. Lo spettacolo di teatro per ragazzi della compagnia StorieFilanti si ispira alla versione de La barca che va per mare e per terra raccolta da Italo Calvino ne Le Fiabe Italiane, con ulteriori elementi tratti dalle versioni friulana e siciliana del racconto.

 

Da una valigia escono giornali in edizione straordinaria, che si trasformano sotto le mani dell’attore in alcuni magici motivi della storia, per accompagnare il protagonista nella sua incredibile avventura. Gli oggetti di scena prendono vita, per aiutare il protagonista a superare difficili prove e giungere finalmente alla conquista della figlia del re.

 

 

LA TRAMA

Sposerà la bella figlia del Re solo il pretendente che riuscirà a costruire una barca che va per mare e per terra. Un uomo che viveva in quel paese, padre di tre figli, vende tutti i suoi averi per aiutarli nell'impresa. Mentre i primi due falliscono nell'intento, il più giovane con l'aiuto di un vecchietto, riesce a costruirla. Trova anche uno strano equipaggio che lo accompagna alla corte del Re. Arrivato alla reggia, però, il Re lo ostacola, non volendo che la principessa sposi un morto di fame qualunque, nonostante abbia costruito la barca che va per mare e per terra. Impone così al ragazzo ulteriori prove da superare che lo strano equipaggio affronta e vince facilmente. Il ragazzo e la Principessa tornano al villaggio dal padre dei tre figli, si sposano e tutti vivono felici e contenti.

 

Teatro d'attore con oggetti di scena

 

Testo e regia: Agostino Gamba e Giulia Cingolani

Interpreti: Agostino Gamba

Tecnica utilizzata: Cantafiabe e oggetti di scena

Musiche: Autori Vari

Scenografie: Giulia Cingolani e Agostino Gamba

Oggetti di scena: Agostino Gamba

 

Note Tecniche

Fascia d'età: dai 4 ai 99 anni

Allestimento: luoghi aperti e chiusi

Rappresentabile anche in spazi non teatrali

Dimensioni minime: 2,5x2,5 m

Durata: 40 min circa

Luci e audio: presa corrente 220v, automuniti impianto audio 

Montaggio: 60 min

Smontaggio: 30 min