Cari bambini,

 

 

ci sono delle feste che io credo, ne sono quasi certa, le abbiano inventate per voialtri (o noialtri, inclusa me quando ero piccola). Halloween, per esempio, non lo conoscevo io alla mia epoca, mannaggia la Marianna. E invece è divertente! Però c'erano già il Natale, il Carnevale, il Capodanno, le feste di paese, i festival, le fiere, le sagre, i mercati...

Insomma, diciamocelo: in piazza e alle feste c'è un'atmosfera speciale, che viene da correre, e da saltare in mezzo all'allegria solo che... sono tutti altissimi, vero bambini? Io me lo ricordo che vedevo il mondo ad altezza schiena e fondoschiena (heheheheeh, scusate la parola un po' osè).... Allora ecco che nel mio paese arrivavano i ragazzi delle StorieFilanti. Arrivavano sui trampoli e portavano la ludoteca del circo, i pedalo, un mare di costruzioni, il telo, i laboratori, la musica e anche, ma pensa un po', il teatro! Facevano uno spettacolo lì: un teatro in piazza, o alla festa, dopo che eravamo cotti e stracotti che nemmeno una doccia ci avrebbe inzuppato così i capelli e... oh, per magia, il mondo si acquietava e noialtri stavamo lì, con la bocca così aperta che la mamma diceva "chiudila, che se no ti entra una mosca!"...

Tenetemi aggiornata, va lah, di quando c'è la prossima festa con le StorieFilanti, così vi raggiungo!

 

Vostra,

Signorina Filomena